• Home
  • Rubriche
  • Santi
  • Nostra Signora della Domenica di San-Bauzille della Selva

Nostra Signora della Domenica di San-Bauzille della Selva

madonna-della-domenica

Nel 1873 in Francia un contadino, Auguste Arnaud, trentenne e padre di due figli, stava lavorando nella sua vigna di buon mattino. Fece una pausa per accendersi la pipa e di colpo vide una bella signora vestita di bianco con una corona in testa. Stava sospesa a un metro e mezzo da terra. Disse di essere la Vergine e chiese delle processioni. Promise di tornare, poi si elevò al cielo. L’uomo andò subito a dirlo al parroco, ma questi pensò a un’allucinazione. L’Arnaud, comunque, obbedì da solo alla Madonna ed eseguì i pellegrinaggi richiesti. Poi, sempre, in obbedienza, piantò una croce di legno nella sua vigna. A un mese esatto, come promesso, la Vergine si ripresentò. Adesso era vestita d’oro e teneva in mano un rosario. Insieme al veggente si era radunata una folla di circa seicento persone. Infatti, malgrado lo scetticismo del parroco, la voce si era sparsa. La Madonna chiese in particolare che si smettesse di lavorare la domenica, una brutta abitudine che era piuttosto diffusa da quelle parti. La gente che era con l’Arnaud non vide la Madonna. In compenso vide lui, di punto in bianco, alzare la braccia e correre verso la croce, in mezzo ai tralci, a una velocità umanamente impossibile.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email