Madre Maria Caterina Troiani

beata-caterina-troiani

Nacque a Giuliano di Roma, in provincia di Frosinone, nel 1813. Ben presto orfana di madre, fu messa dalle suore di Ferentino, delle quali nel 1829 prese l’abito col nome di suor Maria Caterina. Prestò la sua opera nell’asilo di Ferentino per più di vent’anni, ma in cuor suo avrebbe voluto fare la missionaria. L’occasione si presentò quando il suo confessore, un padre francescano, fu mandato in Egitto. Questi chiese sei suore e nel 1859 la Troiani partì. A Malta la superiora tornò indietro e la Troiani dovette farsi carico del proseguimento. Le sei suore sbarcarono al Cairo, dove aprirono una scuola per bambine di qualunque condizione e credo. L’anno seguente accolsero sei bambine nere, ex schiave riscattate dai preti cattolici. Ma nel 1863 a Ferentino decisero di rinunciare alla missione. La Troiani decise di rimanere e di fondare una nuova famiglia religiosa che continuasse con le opere già avviate. Nacquero così, nel 1868, le Francescane Missionarie d’Egitto. Lei predisse che prima o poi quelle di Ferentino sarebbero venute in Egitto e così effettivamente accadde nel 1895. Nel 1870 il suo istituto cominciò a raccogliere i bambini esposti, un’altra delle «piaghe d’Egitto». Madre Maria Caterina Troiani morì nel 1887.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email