Nostra Signora di Montichiari

Madonna-di-Fontanelle-Montichiari

Si tratta delle apparizioni della Madonna in diocesi di Brescia a Pierina Gilli nel 1947. La Gilli, di famiglia poverissima, era la prima di nove figli. Orfana di padre e di salute cagionevole, fu anche oggetto di molestie pedofile. Durante la guerra lavorò all’ospedale di Desenzano, dove conobbe le suore Serve della Carità. Ne divenne postulante e fu mandata nell’ospedale di Brescia. Qui fu colpita da meningite. Le apparve la fondatrice, s. Maria Crocifissa Di Rosa, e la guarì. La Gilli fu impiegata come infermiera nell’ospedale di Montichiari e nel 1946 dovette subire un delicato intervento chirurgico. Ancora una volta le apparve la sua fondatrice, che le mostrò una figura bianca e «trasparente». La veggente comprese che era la Madonna. Quest’ultima in persona le apparve nel 1947: aveva tre rose sul petto, una rossa, una bianca e una gialla. Chiese alla veggente di pregare per le anime consacrate che tradiscono la loro vocazione. In quell’anno la Madonna le apparve altre sei volte, l’ultima delle quali in concomitanza con tre guarigioni miracolose. Nel 1951 la Gilli fu presentata al papa Pio XII. Suor Pierina Gilli vide ancora la Madonna, nel 1966 a Fontanelle, più volte. Poi ancora dal 1974 al 1976. © www.rinocamilleri.com

Stampa Email