Tourelles

Vernon-Les-Tourelles

Nell’anno 1429, nel corso della guerra detta dei Cento Anni tra Francia e Inghilterra, s. Giovanna d’Arco guidò le truppe francesi alla liberazione di Orléans assediata dagli anglo-borgognoni. La mischia più furibonda si svolse attorno al forte di Tourelles, chiave militare della città. Poiché le cose non andavano per il loro verso, la Pulzella scese da cavallo ed entrò nella vicina cappella dedicata alla Madonna del Soccorso. Era l’8 maggio e la santa pregò con fervore la Vergine. Poi, uscita, rimontò a cavallo, riprese il suo stendardo con sopra i nomi di Gesù e Maria, e cavalcò verso il forte incitando i combattenti francesi. Questi, galvanizzati dal suo esempio, si precipitarono all’assalto e il forte cadde. Con esso in mano, prendere Orléans fu a quel punto una passeggiata. Entrata in Orléans, la Pulzella portò i suoi uomini nella chiesa della Madonna dei Miracoli e là tutti intonarono il solenne «Te Deum» di ringraziamento. Riferisce la newsletter francese «Une minute avec Marie» che, da allora, è da quella chiesa che parte, ogni anno, la processione commemorativa dell’evento. Fu quella anche l’apoteosi di Giovanna, il suo canto del cigno. Di lì a poco la sua incredibile avventura terrena sarebbe terminata col martirio.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email