Nostra Signora di Prezzate

A Prezzate, in diocesi di Bergamo, nel 1905 la tredicenne Camilla Bravi ebbe un’apparizione della Madonna. La ragazzina aveva una gamba affetta da una gravissima forma di artrosi deformante e dopo l’apparizione si ritrovò di colpo guarita. Crebbe molto pia ma poi commise l’errore di sposarsi con un uomo inaffidabile che non tardò ad abbandonarla. A quel tempo la vergogna per un fatto del genere era giudicata intollerabile e la sventurata nel 1925 tentò in ben due riprese di togliersi la vita. Ma, alla fine, ancora venne soccorsa da un’apparizione della Vergine, che la consolò e la invitò a una conversione più profonda. Da allora la veggente cominciò a ricevere messaggi da parte di Cristo e della Madre Dio. In essi la si esortava a offrire le sue sofferenze per la conversione dei peccatori. Nel 1928 il messaggio era una vera profezia: il comunismo si sarebbe espanso e molte nazioni sarebbero cadute sotto il suo giogo, ma alla fine il mondo sarebbe ritornato alla fede. Camilla Bravi morì nel 1971. Il resoconto di questi avvenimenti fa parte della raccolta «Dictionnaire des apparitions de la Vierge Marie» (Fayard), a cura dei mariologi René Lurentin e Patrick Sbalchiero, di cui esiste una traduzione italiana.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email