Nostra Signora di Mesagne

Su gentile richiesta di un lettore raccontiamo oggi la storia di un quadro miracoloso. Nel 1521 a Mesagne (oggi in provincia di Brindisi) giunsero i carmelitani. Naturalmente vollero che nella loro chiesa ci fosse un quadro della Madonna del Carmelo. Commissionarono l’opera a un pittore di Putignano (in provincia di Bari), tal Francesco Polvisino. Questi, terminato il lavoro, lo portò a Mesagne per consegnarlo. Ma il prezzo che i religiosi gli offrivano non gli parve adeguato. Così, si riprese il quadro e se ne andò. Meglio: cercò di andarsene ma non riuscì a uscire dalla chiesa. Una forza misteriosa glielo impediva. Solo dopo aver deposto il quadro sul pavimento riacquistò la libertà di muoversi. Comprese allora di essere stato testimone di un miracolo e tornò dai padri. Raccontò loro quel che era successo e finì che lasciò loro il quadro gratis. Da quel momento il quadro in questione fu considerato miracoloso e venerato come tale dai cittadini di Mesagne. Nel 1651 un disastroso terremoto distrusse la cittadina ma tutti gli abitanti rimasero miracolosamente illesi. La cosa fu considerata, giustamente, prodigiosa e venne attribuita a quel quadro. Da qui la festa del 20 febbraio di ogni anno a Mesagne. © www.rinocammilleri.com

Stampa Email