Nostra Signora di Pellevoisin

Nostra-Signora-di-Pellevoisin

Sì, lo so, è s. Valentino ma ce ne siamo occupati qui molte volte e quest’anno lo lasciamo respirare. Torniamo invece sulle apparizioni mariane di Pellevoisin, di cui abbiamo già parlato (ma una sola volta). Tutto cominciò quando una donna, Estelle Faguette, scrisse una lettera alla Madonna. Quella che sarebbe poi diventata la veggente di Pellevoisin era affetta da una malattia incurabile e, non sapendo più dove sbattere la testa, affidò alla carta la sua disperazione. Infatti, era il solo sostegno della famiglia e, non potendo più lavorare, la miseria era alle porte. La Faguette depose la lettera ai piedi di una statua della Vergine. Si era nel settembre del 1875. Il 14 febbraio dell’anno seguente la Madonna le apparve e le ricordò le parole che aveva scritto nella lettera. Disse di aver mostrato la lettera al Figlio e di averne ottenuto l’assenso per la grazia richiesta. La veggente guarì e poté, col suo lavoro, provvedere alla famiglia. La Madonna le apparve, in seguito, altre quattordici volte. Molti di noi sperimentano, di solito, il silenzio di un Dio che sembra sordo alle nostre richieste. Anche questo è stato sofferto da Cristo, nel Getsemani. Dunque, lo sa, e bene, che cosa si prova.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email