Giorgio Matulaitis

Matulaitis o Matulewicz o Matulevicius, a seconda della scrittura lituana o polacca o russa di questo Beato che fu in tutti e tre i posti. Era nato, infatti, in Lituania, a Luginé, nel 1871. Dopo gli studi in seminario a Varsavia e quelli di teologia a Pietroburgo, nel 1899 venne ordinato sacerdote cattolico romano. Insegnò a Kielce e poi a Pietroburgo. A Varsavia organizzò le prime associazioni cattoliche di studenti universitari. Fu un profondo studioso dei rapporti col mondo ortodosso, dal momento che il suo Paese faceva parte dell’impero zarista. Questo fu il tema che scelse nel partecipare al congresso eucaristico di Chicago. Fondò anche le riunioni chiamate «giovedì apologetici», rivolte ai giovani di entrambe le osservanze (col risultato che molti giovani ortodossi si fecero cattolici, alcuni anche preti). Fondò i Chierici Regolari Mariani (approvati dal papa s. Pio X nel 1910) e, nel 1918, le Sorelle dei Poveri dell’Immacolata Concezione. Nello stesso anno venne consacrato vescovo di Vilna. Nel 1925 fu a Roma per studiare il progetto di Concordato tra la Santa Sede e la Lituania. Il progetto lo portò a fare la spola tra il suo Paese e Roma. Morì nel 1927 a Kaunas, mentre si preparava a ripartire.

© www.rinocamilleri.com

Stampa Email