Nostra Signora di Blangy

Nel 1840, nel noviziato che le Figlie della Carità (le suore fondate da s. Vincenzo Depaul e che a quel tempo portavano ancora la caratteristica cuffia ad ala di cigno) tenevano a Blangy, in Francia, la Madonna apparve alla postulante Justine Bisqueyburn, di ventitré anni. La giovane proveniva da Mauléon e la Madonna le disse di amare il suo Cuore Immacolato. L’8 febbraio successivo, ancora la Vergine apparve alla Bisqueyburn. In questa circostanza le insegnò la devozione del cosiddetto «scapolare verde» (due quadratini di tela di saio tenuti insieme da due cordicelle, da portare al collo, uno sul petto e l’altro sulla schiena). Finito il periodo di noviziato, suor Justine venne trasferita a Versailles. Qui ancora le apparve la Madonna, più volte: il 15 agosto e il 13 settembre 1841, poi il 13 maggio 1842 e infine l’8 settembre 1846. In seguito la suora veggente dovette andare a Costantinopoli, per assistere i feriti della guerra di Crimea nel 1855. Nel 1858 venne mandata in Algeria, dove rimase fino al 1868 come superiora delle suore che prestavano servizio nell’ospedale militare di Dey. Morì nel 1903. Ma fin dal 1870 il papa, il beato Pio IX, aveva approvato la devozione dello «scapolare verde».

© www.rinocamilleri.com - Il Giornale

Stampa Email