Alfonsa Clerici

Alfonsa-ClericiNacque nel 1860 a Lainate, a qualche chilometro da Milano. Era la prima dei dieci figli di una famiglia modesta. Fu il padre a insegnarle a leggere e scrivere. Poiché si dimostrava molto portata agli studi, venne iscritta al collegio che le Suore del Preziosissimo Sangue tenevano a Monza. Ne uscì col diploma di maestra e, per aiutare la famiglia, cominciò a insegnare alle elementari nella sua cittadina. Quando scoprì la sua vocazione religiosa, non sapendo come dirlo alla famiglia, ricorse a uno stratagemma: nel 1883 andò a Monza con la scusa di dare una mano alle suore che l’avevano educata ma poi scrisse ai suoi che aveva intenzione di rimanere. Vestito l’abito delle Preziosine (così venivano chiamate le suore), si dedicò all’insegnamento nel collegio di Monza. Del quale nel 1898 divenne direttrice. Un giorno arrivò all’istituto una richiesta dell’arcivescovo di Vercelli. In questa città c’era un’opera, detta Ritiro della Provvidenza, nella quale venivano accolte bambine e ragazze dei ceti più poveri. L’arcivescovo chiedeva alle Preziosine di farsene carico. Suor Alfonsa fu tra quelle distaccate e nel 1911 divenne direttrice del Ritiro. Per una ventina d’anni la Clerici fu l’angelo dell’istituzione. Morì nel 1930.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email