John Roberts

John-RobertsJohn Roberts, gallese, studio a Oxford ma non si addottorò per non dover pronunciare il «giuramento di supremazia» (della regina sulla chiesa inglese). Nel 1598 si portò in continente, a Douai, dove c’era il seminario cattolico. Da lì passò in Spagna, a Valladolid, e si fece benedettino. Nel 1602, travestito, sbarcò in Inghilterra insieme al confratello Augustin Bradshaw. Ma vennero subito arrestati. Non essendo stati, però, riconosciuti, furono rilasciati. Il Roberts fu arrestato di nuovo nel 1604 e ancora rilasciato. L’anno seguente, scoperta la cosiddetta «Congiura delle Polveri», fu ancora arrestato. Condannato all’esilio, ritornò nel 1607 e fu arrestato per la quarta volta. Riuscì a fuggire dal carcere ma fu ripreso ed esiliato nuovamente. Ancora tornò nel 1610. Questa volta fu beccato mentre diceva messa clandestinamente insieme al prete Thomas Somers. Li trascinarono via con ancora indosso i paramenti liturgici. Li portarono nel carcere di Newgate. Al processo vennero accusati di alto tradimento e condannati a morte. Una nobildonna spagnola, offrendo denaro, ottenne di poterli visitare e di lavare loro i piedi (il re Giacomo I si infuriò quando lo seppe). I due furono impiccati al Tyburn insieme.

© www.rinocammilleri.com

Stampa Email