JÁNOS Scheffler

SchefflerNacque nel 1887 a Camin in Transilvania in una famiglia con nove figli. Studiò a Satu Mare, poi teologia a Budapest e si addottorò in diritto canonico a Roma. Nel 1910 venne ordinato sacerdote. Fu direttore del liceo di Satu Mare, poi parroco. Nel 1934 cominciò a insegnare nel seminario di Oradea. Nel 1940 fu incaricato dell’insegnamento del diritto canonico a Cluj. Nel 1942 fu consacrato vescovo di Satu Mare. Nel 1944 il suo episcopio venne bombardato e lui, che era assente, al suo ritorno dovette provvedere a seppellire i suoi collaboratori morti. Nel 1945 arrivarono i sovietici e il vescovo di Györ, il b. Wilhelm Apor, venne ucciso. I sovietici deportarono nei campi di lavoro siberiani tutta la popolazione di origine tedesca e fu già tanto se lui, che lo era, riuscì a scampare. Nel 1948 fu comunque destituito d’autorità e due anni dopo condannato al domicilio coatto. Nel 1952, rifiutatosi di collaborare col regime comunista, fu arrestato. In carcere ebbe come compagno di cella un musicista ebreo, il quale lo vide, dopo pochi mesi, accusare un fortissimo malore. Si trovava nel penitenziario di Jilava e gli fu rifiutata ogni assistenza medica. Morì così, il 6 dicembre 1952, tra le braccia del compagno di sventura.

© www.rinocammilleri.com

Stampa Email