Alberto di Lovanio

alberto-di-lovanioNato verso il 1166 a Lovanio, era figlio di Goffredo III, duca di Brabante. Indirizzato alla carriera ecclesiastica, fu fatto canonico di Liegi ma Alberto volle aggregarsi come cavaliere a Baldovino V, conte di Hainaut, che partiva per la crociata. Non si sa perché, a un certo punto Alberto cambiò idea e rientrò a Liegi. Nel 1191 morì il vescovo e al suo posto fu eletto Alberto. Ma qualcuno fece opposizione e l’imperatore Enrico VI decise di affidare la carica a Lotario di Bonn. Alberto si appellò al papa e partì per Roma. Qui Celestino III confermò la sua elezione. Alberto, che era solo arcidiacono, fu consacrato sacerdote e vescovo dall’arcivescovo di Reims. Ma non era finita. Per ottenere la sede di Liegi si sarebbe dovuto combattere, perché l’imperatore non intendeva recedere. I parenti di Alberto sarebbero stati disposti anche a prendere le armi, in quanto l’importante sede di Liegi era ambita sia dal casato dei Brabante che da quello degli Hainaut. Ma Alberto non se la sentì di far scorrere del sangue e rimase a Reims. Nel 1192, mentre si recava nella vicina abbazia di St-Rémi, un gruppo di cavalieri tedeschi lo assalì e uccise. La cosa fece scalpore, tanto che l’imperatore fu costretto a pubblica penitenza.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email