Teresa Manganiello

teresa-manganielloNacque a Montefusco, in provincia di Avellino, nel 1849. Era la penultima dei dodici figli di un contadino. Dati i tempi e il ceto, a scuola non la mandarono mai: casa e lavoro. A cui lei aggiungeva la chiesa, perché avrebbe voluto prendere il velo ma i suoi non ne volevano sapere. Nel convento cittadino sorse l’iniziativa del Terz’Ordine francescano e Teresa fu la prima iscritta, nel 1870, col nome di sorella Maria Luisa. Quel che non riuscì a lei riuscì alla sua sorellina Carmela, che si fece suora nelle Elisabettine, recentemente fondate a Napoli da b. Ludovico da Casoria. Lei visse di preghiera e penitenza, soccorrendo i poveri e i malati (era bravissima con i rimedi naturali) e contagiando tutti con la sua bontà. Un quasi spretato si convertì al sentirla parlare e lo stesso fecero alcune prostitute. Era nell’aria la fondazione di una comunità di Suore Terziarie Francescane e la Manganello fu, al proposito, mandata a Roma a parlare col papa, il b. Pio IX. Probabilmente sarebbe stata lei la prima superiora ma la sorte decise altrimenti. Tubercolosi, più una grave forma di artrite. La Suore Terziarie Francescane Immacolatine videro effettivamente la luce ma solo dopo la sua morte, nel 1876, a ventisette anni.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email