María Isabel Salvat Romero

Nacque nel 1926 a Madrid in una famiglia benestante e religiosissima. Aveva dieci anni quando scoppiò la guerra civile e si scatenò la caccia al cattolico. La famiglia preferì riparare in Portogallo per tornare ad acque tranquillizzate. Nel 1944 la Nostra, che aveva scoperto di avere una vocazione alla vita religiosa, prese il velo nell’Istituto della Suore della Compagnia della Croce (fondate nel 1875 da s. Angela de la Cruz), a Siviglia, col nome di suor María Purísima de la Cruz. Dopo qualche tempo venne inviata a dirigere il collegio che la sua comunità teneva a Lopera, dalle parti di Jaén. Ci rimase fino al 1966, anno in cui fu richiamata a Siviglia. Qui stava la casa madre e qui suor María servì come maestra delle novizie. Seguì la carica di madre provinciale, perché nel 1968 la congregazione si era divisa in province. Madre María fu poi consigliera generale e quindi superiora nel convento di Villanueva del Río y Minas. Nel 1977 venne eletta madre generale. Fu durante il suo governo che fu beatificata la fondatrice delle Suore della Compagnia della Croce, nel 1982. In quell’occasione, fu lei ad accogliere il papa Giovanni Paolo II. Nel 1994 venne operata per un tumore maligno che se la portò via nel ’98.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email