Demetrio

Il santo di oggi morì alla veneranda età di centocinque anni nel 231. Era l’undicesimo successore di s. Marco, l’evangelista che aveva fondato la chiesa di Alessandria e ne era stato il primo vescovo. Demetrio proveniva dalla campagne ed era sposato, ma fu acclamato vescovo, malgrado le sue resistenze. Alla fine si separò dalla famiglia col consenso della moglie e accettò la carica. A dispetto delle persecuzioni romane, mandò molti dei suoi preti a evangelizzare le zone più remote dell’Egitto. Tra questi c’era s. Panteno, che si spinse fino all’Etiopia e allo Yemen. Demetrio era molto amico del filosofo Origene, che mise a dirigere la scuola di Alessandria. Origene, prendendo alla lettera un passo evangelico, si castrò e venne molto criticato per questo. Ma non perse l’amicizia di Demetrio. Solo quando si fece ordinare prete a Cesarea in Palestina senza autorizzazione i rapporti si deteriorarono. Per giunta, Origene, mentre era ancora laico, si era messo a predicare, cosa vietata. Si arrivò al punto che Demetrio rimosse Origene dalla scuola e lo mandò in esilio. Demetrio non aveva la cultura e la sottigliezza di Origene, ma era molto amato dal popolo per la sua santità e il carisma della lettura delle coscienze.
© www.rinocammilleri.com

Stampa Email