Padre Germán da Carcagente

padre-german-da-carcagenteNella foto di questo spagnolo si vede un bel viso sereno, una grande barba nera e il taglio dei capelli a cerchio, secondo l’uso dei cappuccini di una volta. Il p. Germán da Carcagente aveva quarantun anni quando fu ammazzato. Era professore nel Collegio San Buenaventura a Totana, nella Murcia, e nel seminario che il suo ordine teneva a Massamagrell, in diocesi di Valencia. Con lo scoppio della guerra civile, i repubblicani chiusero e requisirono sia il collegio che il seminario. I padri, i religiosi e gli studenti vennero cacciati. Il p. Germán tornò a casa dalla sua famiglia, a Carcagente. Qui trovò suo fratello, anche lui prete e pure lui costretto a tornare in famiglia. Il 9 agosto i miliziani lo arrestarono e lo caricarono su una macchina. Mentre lo portavano via si divertirono a farlo oggetto di battute pesanti e spintoni. La notte dell’indomani lo rimisero nell’auto e si avviarono. Arrivati vicini al ponte della ferrovia che sovrastava il fiume Júcar, fermarono la macchina e lo fecero scendere. Compreso che la sua ora era giunta, padre Germán si inginocchiò, baciò le mani di tutti e attese la scarica. Il suo cadavere venne gettato nel fiume. Qualche giorno dopo, mani pietose lo seppellirono nel cimitero.

© www.rinocamilleri.com

Stampa Email