Il problema è innanzitutto trovare un amico (Tracce di Parola di Dio del 19.05.2017)

"Non c'è amore più grande di chi dà la vita per i propri amici", dice Gesù nel Vangelo di oggi. Ma credo che non ci sia miracolo più grande che trovare innanzitutto degli amici per cui dare la vita. In un mondo dove abbiamo solo imparato a difenderci e quando non l'abbiamo fatto abbiamo ricevuto fregature, è difficile guardare chi ci sta accanto e pensare di trovarci vicino ad un amico. Noi pensiamo che gli amici sono quelli che non sbagliano mai, che ti vogliono sempre bene e ci sono quando hai bisogno. Ma di amici così forse saranno piene le favole non la realtà. L'amico è un uomo come te, che sbaglia come te e che a volte ha paura come te. Ma come te desidera amare ed essere amato. Ha solo bisogno di una possibilità e di quella buona misura di perdono preventivo. E' così che Cristo si è comportato con noi, ci ha amati prima e ci ha amato per primo. Ed è così che ha tirato fuori uomini migliori, servi divenuti liberi, divenuti amici. L'amico è quel rapporto alla pari dove tu non sei ne sotto ne sopra. L'amico è uno che ti cammina a fianco, non uno che ti cammina davanti o rimane un passo indietro. L'amico è quel sacramento dove a volte riconosci le tue stesse debolezze (e bisogna imparare ad amare anche quelle) e a volte riconosci Dio che ha cura di te proprio attraverso l'umanità di qualcuno. Aveva ragione la Scrittura a dire perciò che "chi trova un amico, trova un tesoro". #dalvangelodioggi

About the Author

Don Luigi Maria Epicoco

Don Luigi Maria Epicoco

Luigi Maria Epicoco, nasce a MesAngeles (Mesagne per chi non parlasse inglese) nella provincia brindisina. Dopo aver litigato con la mafia locale è vincitore di un programma di copertura "testimoni". Da quel dì veste gli abiti di prete e vive a L'Aquila, beccando con tempismo perfetto il terremoto del 6 aprile 2009. Insegna filosofia confondendo le già provate intelligenze giovanili italiane e non. Parla diverse lingue sbagliando costantemente però i posti in cui parlarle. Non è sposato ma ha molti figli secondo la teoria che gli altri li fanno e lui deve crescerli. Ha un innato istinto al martirio ma nel frattempo si esercita martirizzando i suoi collaboratori e vicini di casa. Tra le sue doti uno sguardo metafisico. Tra i suoi difetti crede che il Vangelo sia un utopia possibile.

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.