Gesù è venuto a dare pieno compimento alla Legge

Gesù è venuto a dare pieno compimento alla Legge

di don Luigi Maria Epicoco

"Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento". Se Gesù sente l'esigenza di dire ad alta voce l'ovvio, significa che ovvio non è. Infatti non di rado quando pensiamo alla proposta cristiana pensiamo a una sorta di "volemose bene" con basi teologiche. Mentre Cristo ci chiede un bene esigente, una vita al massimo, un carattere profondo, una umiltà realistica. Ciò significa che senza un metodo, senza "una legge", non andremo molto lontani. Ma dire che Lui è venuto a dare compimento significa dire che Lui è venuto a riconsegnarci il motivo per cui vale la pena stare dentro un sentiero, un metodo, un tentativo codificato. A noi questo delle volte manca, un "compimento", cioè un motivo valido per cui le cose che facciamo valgano la pena. Se non ti ricordi "per chi" o "per cosa" quello che fai vale, alla fine lo vivrai solo come sforzo, ma il cristianesimo non può essere la somma dei nostri sforzi, ma la memoria di un motivo per cui accettiamo anche gli sforzi. Tu l'hai capito questo motivo? Non rispondere velocemente, portati questa domanda lungo tutta questa giornata. #dalvangelodioggi