• Home
  • Notizie
  • Il nostro don Rocco è tornato alla Casa del Padre

Il nostro don Rocco è tornato alla Casa del Padre

cresime-2002-10Carissimi Confratelli,

diamo la triste comunicazione della morte del confratello DON ROCCO GIGLIOLA avvenuta oggi nel primo pomeriggio presso la RSA “Sancta Maria Regina Pacis” di Fasano dove era ricoverato da ieri.
Don Rocco, ammalatosi alcuni anni or sono, il prossimo 26 ottobre avrebbe compiuto 77 anni ed era sacerdote guanelliano dal 27 giugno del 1964.
I funerali ancora non sono stati fissati, sarà nostra cura trasmettervene notizia non appena avremo informazioni più precise.

Il Padre Provinciale nel darne notizia assicura il suffragio abbondante per l’anima del caro confratello.

 


Sia impegno di tutti adempiere con sollecitudine il dovere dei suffragi, secondo le norme delle Costituzioni. Per l'occasione, preghiamo Iddio, affinché "accolga nel suo regno il nostro Confratello defunto… e conceda anche a noi di ritrovarci insieme, un giorno, a godere della sua gloria".

Oggi, giovedì 22 aprile 2010, presso l’Istituto Sacro Cuore di Fasano, dopo lunga malattia, è tornato alla casa del Padre il confratello don Rocco Gigliola di anni 76.
La salma sarà esposta nella cappella dell’Istituto fino a domani alle ore 11.00.
Dalle ore 12.00 sarà possibile rendere omaggio alla salma presso la chiesa parrocchiale Maria SS. Immacolata di Ceglie Messapica
.

 

Pertanto, i funerali si celebreranno domani, venerdi 23 aprile alle ore 16.30 nella stessa Chiesa Parrocchiale di Ceglie.
I sacerdoti che intendono concelebrare portino con sé il camice e la stola viola.
Si chiedono preghiere di suffragio per l’anima benedetta del confratello.

Unable to embed Rapid1Pixelout audio player. Please double check that:  1)You have the latest version of Adobe Flash Player.  2)This web page does not have any fatal Javascript errors.  3)The audio-player.js file of Rapid1Pixelout has been included.



La Segreteria della Provincia Romana San Giuseppe

Roma, 22 aprile 2010


"In suffragio del confratello defunto, ogni sacerdote della Congregazione celebra una
S. Messa e i non sacerdoti partecipano al santo Sacrificio" (Regol. n. 19)

"Alla morte di un confratello della nostra Provincia, ogni sacerdote celebra una seconda
S.Messa e i non sacerdoti partecipano al santo Sacrificio." (VI Cap. Prov.)

 

Stampa Email