Nostra Signora di Saint-Laurent de-la-Plaine

  • Santi

Riporta il mariologo René Laurentin nel suo «Dictionnaire des apparitions de la Vierge Marie» (Fayard) che nel 1789 la Madonna apparve più volte nella diocesi di Angers. Molte persone furono testimoni. Il luogo era vicino all’antico santuario di Notre-Dame-de-la-Charité, proprio a ridosso di una vecchia quercia. Ma quello era anche l’anno dello scoppio ufficiale della Rivoluzione francese. Poiché la «superstizione cattolica» attirava molta gente in quel posto, nel 1791 i giacobini fecero demolire la chiesa. Non servì a niente, perché la Madonna continuò ad apparire lo stesso. Allora le autoritàmunicipali vietarono l’accesso al pubblico. Invano, perché i pellegrinaggi continuavano. Cathelineau, uno dei capi della rivolta vandeana che sarebbe iniziata di lì a poco, visitò devotamente la quercia delle apparizioni una ventina di volte. Allora il commissario La Revellière-Lépeaux nel 1792 fece abbattere l’albero e arrestare tutti quelli che ci venivano. Passò la tempesta rivoluzionaria e anche quella napoleonica, ma la gente non dimenticò la Madonna della quercia. Nel 1817 la chiesa fu ricostruita e benedetta da ventisei sacerdoti alla presenza di tremila fedeli. Una croce sostituì la quercia.
© Il Giornale - www.rinocammilleri.com