Nostra Signora di Blaj

  • Santi

La città di Blaj si trova in Romania. La sua origine risale all’epoca romana ed è sempre stata considerata come la capitale storica della regione chiamata Transilvania (quella dei lupi mannari e dei vampiri, secondo certa letteratura). Nella sua cattedrale settecentesca è venerata particolarmente un’icona della Vergine col Bambino. Questa appartiene al genere delle icone mariane dette «Odigitria», cioè «Colei che indica la Via». Infatti, nell’immagine, la Madonna regge il Figlio col braccio sinistro e Lo indica con la mano destra. Indica, cioè, Colui che disse di Se stesso «Io sono la Via, la Verità, la Vita». Ebbene, questa immagine, da sempre consideratamiracolosa, fu vista lacrimare il 17 marzo del 1764. I testimoni erano moltissimi, dal momento che si stavano celebrando i funerali del vescovo Pietro Paolo Aron. Questi, molto popolare e tenuto per santo, era stato fautore dell’unione della chiesa bizantina con Roma. Dal giorno di quel prodigio la cattedrale di Blaj, già chiesametropolitana, divenne un santuario mariano e vide folle di pellegrini accorrere ai piedi dell’icona miracolosa. Dal 1991, dopo la caduta del regime comunista, la cattedrale-santuario è retta dal clero cattolico di rito orientale.
© Il Giornale - www.rinocammilleri.com