Agape di Antiochia

  • Santi

È necessario aggiungere la denominazione d’origine perché di sante con questo nome ce ne sono otto. Innumerevoli, poi, gli Agapito, Agapia, Agapeno eccetera. Dai documenti (più d’uno) risulta che la Agape di oggi era una vergine di Antiochia, associata nel martirio a Gorgonio, eunuco palatino (cioè, d’alta carica) e a Fermo. Gorgonio in alcuni testi risulta di Nicea, in altri di Nicomedia. Pare che una lettura non corretta delle fonti abbia ingenerato una tradizione, che non si sa quanto leggendaria, secondo la quale Agape, Gorgonio, Fermo e Antonio (di questi due nulla sappiamo) fuggirono dalla Bitinia per sottrarsi alla persecuzione voluta dall’imperatore Decio. Ripararono in Spagna, nella regione delle Asturie,ma qui furono acciuffati e giustiziati. La città in cui vennero uccisi era Noega Ucesia, che oggi si chiama Villaviciosa. L’anno sarebbe il 253. Lo storico che volesse addentrarsi nella questione delle identità precise di questi martiri si imbatterebbe anche in una certa Marina, Mariana o Marciana, associata nel martirio ad Agape di Antiochia. Sembra, poi, che di Gorgonio martire ce ne siano due, uno di Nicea e uno di Nicomedia. Sia come sia, resta il fatto che la santa di oggi ha un bellissimo nome greco.
© Il Giornale - www.rinocammilleri.com