Il Campanile di S. Agata di Alberto Cedrone

  • Cronicon

Il Concerto di Campane da "La Parrocchia dono di Dio", di Alberto Cedrone. Casamari, 1972

5-febbraio-1956-benedizioneLa torre campanaria è dotata di un vero concerto di campane: il campanone dal bel suono in Sol grave delle vecchia chiesa distrutta, una in Si, una in Re e una campanella per i cenni delle funzioni.

Il concerto di campane fu realizzato nel 1956 dalla rinomata ditta fonditrice Lorenzo Lera di Lucca che rifuse la campana mezzana danneggiata dalla guerra, dietro commissione ricevuta dal Ministero competente.

La rifusione fu ottenuta per iniziativa di don Luigi Romanò che se ne era interessato fin dal 1952, mentre le trattative con la ditta fonditrice furono egregiamente condotte dal Superiore dell'Istituto don Antonio Passone.

Il rito della benedizione e consacrazione delle campane fu tenuto da Mons. Leonetti e si svolse sullo spalto della Casa Divina Provvidenza nel pomeriggio del 5 febbraio 1956.

E' possibile ascoltare il concerto a "Festa" delle Campane.



distruzione-guerra-1Le tre nuove campane furono rispettivamente dedicate a Maria SS. Immacolata, a Sant'agata V.M., a Sant'Antonio e all'Angelo Custode.

Ecco le iscrizioni dettate da don Giuseppe Preatoni per le prime due campane.

Campana dedicata all'Immacolata

Dei Genitricem sine labe conceptam
Te Virgo, et hominum Matrem ango creditam
Te aureis tot coronis auctam cano
Per lucis tuae fontem
Nostris decurrant haeic dies
Quoad in Christi lumine beati
Tecum magnificemus Dominum.

Anno D. 1955 - Servi a Charitate discipuli in tantae Matris monimenti causa, ex aere perfici curarunt.


distruzione-guerra-2Campana dedicata a Sant'Agata

Quot me urbes sibi vindicant suam
Quot meo laetantur numine sacro
Ast Aghata Christi Martyr
Magis Ferentinates amplector populos
Temporum gestis facendo patrona.
Fidem, mores, pacem
Tuendo sollicita.

Ex aere ducta post bellica tempora sc. MCMXL a Ch. Nat. 1955. PIO XII Cath. Ecc. Episc. Servis a Char. curantibus cum plebe commissa.

Nel 1965 il parroco don Ernesto Tentori provvide a fare elettrificare le campane. L'opera fu eseguita dalla ditta Morellato di Treviso ed entrò in funzione la Domenica delle Palme.



campanilep.s.
Nel corso del grande restauro, che ha interessato tutta la Casa Divina Provvidenza nel corso del 1991 e del 1992, anche il Campanile di stile romanico ha subito una forte opera di rafforzamento e pulizia  delle strutture murarie.

La torre è databile al XIII secolo ed inizialmente annessa all'antica Chiesa medioevale sostituita nel 1700 per volere del Vescovo Mons. Tosi con la Chiesa in stile barocco.

Il campanile invece non ha mai mutato la sua struttura: le sue fondamenta infatti poggiano sulla primitiva pietra viva del colle. Questo ha reso la struttura resistente anche agli attacchi bellici che hanno danneggiato parte della Chiesa e della casa.

 


Il Campanile romanico del XIII secolo

campanile-particolari-01
campanile-particolari-02
campanile-particolari-03
campanile-particolari-04
campanile-particolari-05
campanile-particolari-06
campanile-particolari-07
campanile-particolari-08
campanile-particolari-09
campanile-particolari-10
campanile-particolari-11
campanile-particolari-12
campanile-particolari-13
campanile-particolari-14