• particolare del campanile del XIII° sec.

    Benvenuto nel nostro sito!

  • Antifona del Venerdì Santo

    "Dal legno della Croce è venuta la gioia in tutto il mondo"

  • Consulta le nostre rubriche

    La nostra comunità web!

  • particolare della navata centrale

    Vuoi conoscere la storia della tua Chiesa?

  • dedicata alla Madonna dei Sette Dolori

    Cappella sotterranea

    Uno dei primi oratori cristiani della Città e primo luogo di sepoltura del Martire Ambrogio, patrono di Ferentino e della Diocesi
  • Coraggio!! Dio è nostro Papà e ci vuole bene!

  • Per noi Cristo si è fatto obbediente fino alla morte e a una morte di croce. Per questo Dio lo esaltò e gli donò il nome che è al di sopra di ogni nome.

    Gloria e lode a te, Cristo Signore!

  • "Popolo mio che male ti ho fatto? In che cosa t'ho contristato? Rispondimi. (dalla liturgia del Venerdì Santo)

    Festa del SS.Crocifisso 2020

  • Assemblea Diocesana Vicariale 2020

    Nella tempesta salvaci Signore

Chi siamo...in breve

Al servizio del dono di Cristo: chiamati a donare ciò che abbiamo ricevuto!

Il nostro sito si è rinnovato nella grafica e snellito nei contenuti, in particolare abbiamo spostato il nostro archivio fotografico sul nostro profilo di Google Plus. Le nostre rubriche di storia, riflessione ed in generale tutta la struttura è stata resa più moderna, semplice e fruibile. Buona navigazione 3.0!

L'editoriale mensile 

Settembre, con la sua annuale Festa del Crocifisso si sta per chiudere con un clima invernale da Festa dell'Immacolata. E' un periodo strano questo, fatto di mascherine, gel disinfettanti, ansie e preoccupazioni ed inevitabilmente questo si ripercuote anche sulla presenza in chiesa. Da sabato 5 settembre a sabato 12 abbiamo vissuto un periodo di preparazione che ci ha fatto riflettere quotidianamente sulla passione del Signore, poi il 13 giorno dell'Esposizione, l'emozione di ritrovare il Crocifisso esposto sull'Altare Maggiore. Riascoltare le parole dei nostri sacerdoti: don Calogero, don Aniello, don Lenoard, Don Salvatore Apreda, don Nico Rutigliano, Mons. Nino Di Stefano e il Vescovo Ambrogio. Un balsamo per l'anima! L'esposizione del Crocifisso (il 12 sera) è stata fatta a porte chiuse con l'aiuto di un gruppo di volontari mentre il 15 settembre la reposizione, per rendere l'operazione più veloce e visto il numero limitato di persone rimaste al termine della S.Messa, è avvenuta sotto gli occhi attenti e trepitanti dei fedeli parrocchiani. Un'emozione! 

Per tre sabati e tre domeniche consecutive abbiamo celebrate le Prime Comunioni dividendo i bambini in sei gruppi in modo da ridurre il più possibile gli assembramenti di persone. Anche questo è stata occasione di Festa ed in questo momento ne abbiamo bisogno. Abbiamo bisogno di normalità. Lo sappiamo bene però che non possiamo vivere come prima del Covid19. Dobbiamo essere responsabili ed ubbidienti alla regole per rendere basso il rischio di contagio, ma questo non vuol dire non uscire di casa e non partecipare alla vita della parrocchia! Quindi pian piano riprenderemo le nostre attività, adattandole ai nuovi comportamenti anti-covid.


 Una nota aggiuntiva è necessaria per la storia. Così come nel 2016 (per celebrare il Giubileo della Misericordia) e nel 2019 (per celebrare il 350° del simulacro) anche quest'anno il Crocifisso è stato esposto durantre la Settimana Santa. In questa occasione però  l'esposizione è durata lo stretto necessario per accompagnare i riti più importanti: il Triduo Pasquale (Giovedì Santo, Venerdì Santo, la cui liturgia è stata presieduta dal Vescovo, il Sabato Santo con il giorno di Pasqua. Le foto che abbiamo scattato in queste occasioni rendono bene la difficoltà e la tristezza nel celebrare a porte chiuse senza lo sguardo orante dei fedeli (le chiese erano ancora chiuse ai fedeli, sarebbero state riaperte solo Domenica 24 maggio!) 

  1. Mercoledì Santo, esposizione https://photos.app.goo.gl/Q1258bozh3SeFje88
  2. Venerdì Santo https://photos.app.goo.gl/ZSpPKBrdbV6r7NBw8
  3. Giorno di Pasqua https://photos.app.goo.gl/w7nCbHwVhGm7SbKb7
  4. Lunedì dell'Angelo, Reposizione https://photos.app.goo.gl/fr4KmoNa2vLXYbmx9

Riflessione sul Vangelo del giorno di don Luigi Maria Epicoco

La Festa dell’Esaltazione della Santa Croce ci aiuta a dire una parola chiara su questo grande mistero che è diventato identificativo per ogni cristiano. Molto spesso, infatti, pensiamo che la centralità della Croce nella vita cristiana, consista in una sorta di amore per la sofferenza. Chi vive in questa prospettiva in realtà ha completamente frainteso il messaggio di Cristo. Forse ha confuso la vita spirituale con le logiche del proprio Super-io, ma è completamente fuori strada, perché l’amore alla Croce non è amore alla sofferenza, ma amore alla gratuità di chi ha donato la vita per ciascuno di noi: “Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui”. La Croce ci ricorda l’immensità dell’amore con cui siamo stati amati, per questo ha un valore immensamente salvifico. E la modalità è quella di assumere la stessa posizione di chi ha bisogno di essere salvato. Ecco perché la citazione che fa Gesù dell’antico testamento ci spiega il vero significato: “come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell'uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna”. L’episodio a cui fa riferimento Gesù, è l’episodio in cui il popolo d’Israele deve scontrarsi con l’esperienza della morte nel deserto messa in atto dal morso dei serpenti. Mosè chiede al Signore di salvare il popolo, e Dio comanda che si fabbrichi un serpente di rame cosicché ognuno che lo guarderà sarà guarito dal veleno. Il messaggio è chiaro: Dio vuole salvare attraverso ciò che dovrebbe uccidere. In fondo l’esperienza della salvezza è questa per noi: non un Dio che ci evita la Croce, ma un Dio che può salvarci proprio attraverso di essa. Gli anziani direbbero: “ciò che non ammazza, fortifica”. Gesù direbbe: “Se ti lasci amare da me, anche se qualcosa ti ammazza, non può veramente toglierti la vera vita”.
Giovanni 3,13-17

Assemblea Diocesana 2020

Vicaria Ferentino-Supino
Sezioni

Le nostre Rubriche

News

Resta aggiornato sulle attività parrocchiali consultando il nostro Blog, seguici!!

Avvisi
Gli appuntamenti per la settimana
  • Lunedì

    28 settembre 2020

    Alle 19.30 incontro con il gruppo dei catechisti in vista del possibile avvio dell'anno catechistico

  • Martedì

    29 settembre 2020
  • Mercoledì

    30 settembre 2020

    Alle 19.30 riunione dei catechisti in vista dell'inizio dell'attività pastorale

  • Giovedì

    1 ottobre 2020

    Cambia l'orario della S.Messa vespertina. Sarà anticipata alle 17.30. Così a sua volta tutte le devozioni o preghiere che precedono la celebrazione subiranno cambiuamenti come l'adorazione eucaristica del giovedì (passerà alle 16.30)

  • Venerdì

    2 ottobre 2020

    alle 16.15 Coroncina alla Divina Misericordia

    alle 20.30 presso la parrocchia di S.Maria Maggiore il nostro Vescovo incontrerà gli operatori pastorali della vicaria

  • Sabato

    3 ottobre 2020

    la S.Messa delle 9.00 sarà sospesa

  • Domenica

    4 ottobre 2020

    Domenica della Carità del Papa - Festa di San Francesco d'Assisi patrono d'Italia


Parrocchia Sant'Agata V. e M. - Opera don Luigi Guanella - Via Casilina 208, 03013 Ferentino (FR) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.